Stefano Jacini

Casalbuttano (Cremona) 1826-Milano 1891. Politico ed economista, famiglia antica della Bassa lombarda. Studiò in Svizzera, a Milano e in università tedesche. Durante la restaurazione del dominio asburgico sulla Lombardia (1849-1859), si dedicò a studi economici e letterari. Per il suo lavoro su La Proprietà fondiaria in Lombardia (Milano, 1856) ricevette il premio dalla Società d’incoraggiamento di scienze e lettere e fu accolto nell’Istituto Lombardo. In Sulle condizioni economiche della Valtellina (Milano, 1858), espose i mali del dominio austriaco e scrisse per Cavour un libro bianco sulle condizioni generali di Lombardia e Veneto.

Enzo (Vincenzo) Jannacci
Gerolamo Induno