NASCE ‘MI-IMMAGINO’: I GIOVANI DISEGNANO LA CITTÀ DEL FUTURO

Sindaco Pisapia: “Il coinvolgimento di ragazzi e ragazze della Città metropolitana è fondamentale per creare la Milano di domani”

Raccontare, pensare e immaginare i tratti distintivi della Milano del futuro secondo le idee e i progetti di giovani milanesi metropolitani. Questo l’obiettivo di MI-IMMAGINO, il progetto fortemente voluto dall’Amministrazione e dal Comitato Brand Milano. A illustrare questa mattina i contenuti dell’iniziativa nella Sala dell’Orologio di Palazzo Marino, l’assessore all’Educazione e Istruzione Francesco Cappelli, il presidente del Comitato Brand Milano Stefano Rolando, il direttore dell’Ufficio scolastico territoriale di Milano Marco Bussetti, Patrizia Quartieri, consigliere delegato istruzione della Città metropolitana e Patrizia Galeazzo, responsabile progetto Education Brand Milano.

“Con questo programma che coinvolgerà gli studenti delle scuole di tutto il territorio cittadino e di quello metropolitano saranno i più giovani, insieme alle loro famiglie e agli insegnanti, a raccontarci quel che si aspettano da Milano. Dopo il grande successo del Bilancio Partecipativo – afferma il Sindaco di Milano e della Città metropolitana Giuliano Pisapia –, cui hanno partecipato tantissimi ragazzi e ragazze, questa nuova iniziativa punta a raccogliere un pensiero creativo rivolto al futuro. Il coinvolgimento dei nostri concittadini più giovani può essere un importante punto di partenza per la progettazione della Milano di domani”.
“Grazie a questa iniziativa – commenta l’assessore al Commercio e Marketing territoriale Franco D’Alfonso – Milano vuole coinvolgere le nuove generazioni nella costruzione della nuova immagine della città dopo Expo2015, partendo dal ricco e variegato patrimonio della tradizione ma interpretandolo e adeguandolo al cambiamento sociale e culturale in atto. Sulla scia di quanto accaduto in altre grandi Città metropolitane, sedi di grandi eventi internazionali, quali Londra, Parigi, Lione, Amsterdam, Toronto, che sono diventate ‘grandi’ e hanno prodotto nuove forme di comunicazione simbolica del loro stesso cambiamento”.
Il progetto MI-IMMAGINO vuole incentivare i giovani milanesi (studenti delle scuole primarie e secondarie di Milano e provincia) a raccontare, attraverso diversi linguaggi espressivi della pittura, scrittura, fotografia, corti e prodotti multimediali, come sono cambiati l’immagine e i simboli della città e quali dovranno essere i tratti distintivi della Milano dei prossimi anni in una dimensione metropolitana.
“Dai progetti emergeranno sicuramente sorprese e suggestioni molto interessanti su come i giovani milanesi vedono la nostra città – dichiara l’assessore all’Educazione e istruzione Francesco Cappelli. I ragazzi esprimono la propria consapevolezza civica in un modo molto creativo, che spesso spiazza gli adulti. Come amministratori abbiamo la grande responsabilità di ascoltarli e di tradurre le loro visioni in azioni concrete, un compito arduo ma molto stimolante”.
“Brand Milano ha operato fin qui con costante attenzione all’opinione pubblica (tra l’altro segnalando con l’ultima rilevazione Ipsos per la prima volta un 51% di milanesi favorevoli alla nuova realtà in costruzione) – conclude Stefano Rolando, presidente del Comitato Brand Milano -. Con questo programma si chiede a una parte della stessa opinione pubblica, nella vasta area, di esprimere un’immaginazione che aiuta a cogliere meglio bisogni e aspettative”.

Il concorso è l’occasione per far emergere l’interpretazione creativa e simbolica di come i giovani cittadini vorrebbero la città in trasformazione: il lavoro, la formazione, i trasporti, l’edilizia, il verde e l’ambiente, il tempo libero, lo sport, ma anche far emergere la qualità della vita, la creatività, lo spettacolo, la cultura, l’attrattività, la capacità di integrare culture diverse tipiche della Città metropolitana. Un percorso creativo volto a stimolare l’elaborazione da parte degli studenti del patrimonio simbolico di Milano, riletto in chiave moderna e in sintonia con l’immagine che si vorrebbe della città.
Gli studenti delle scuole che parteciperanno a MI-IMMAGINO potranno scegliere di raccontare la città del futuro attraverso racconti, poesie, testi teatrali (che non superino le 5 cartelle, 10mila battute), oppure scegliendo linguaggi multimediali, come file audio, video o animazioni della durata massima di 5 minuti.
Tra tutti i progetti pervenuti, ne verranno selezionati 3 per ogni livello di scuola, primarie e secondarie, per un totale di 9 progetti premiati. Tutte le informazioni per partecipare sono consultabili nella sezione MI-IMMAGINO

I 140 anni del Corriere della Sera
Forum Brand Milano il 17 novembre a Palazzo Marino sul tema “L’attrazione globale”

Trackback dal tuo sito.