Lucio Fontana

Rosario (Argentina) 1899-Cornabbio (Varese) 1968. Figlio di italiani in Argentina, lavora con il padre scultore ed è seguace di Adolfo Wildt. Nel 1949 infrangendo la tela con tagli supera la dicotomia pittura-scultura. Fonda il movimento spazialista, provocando il pubblico con quadri monocromi. Lavora come pittore, scultore, ceramista, mosaicista e pratica anche l’architettura. Il suo atelier era ad Albissola Marina, ma la città in cui sviluppò il suo dibattito artistico e culturale fu Milano. dove la moglie Teresita Rasini nel 1982 ha dato vita alla Fondazione Fontana con oltre 600 opere dell’artista.

Franco Fornari
Enrico Forlanini