Lodovico Melzi d’Eril

Milano 1820-Milano 1996. Eredita titolo e possedimenti della famiglia Melzi. Imprenditore, attua (con la Banca Rothshild) nel 1856 la privatizzazione della Società ferroviaria del Lombardo Veneto. Costruisce il palazzo della contrada Cavalchina a Milano (oggi via Manin) avvia in Polesine una importante bonifica della palude. Dopo l’Unità d’Italia promuove lo sviluppo urbanistico del “quartiere Umberto” a Milano “per l’urgente bisogno di abitazioni e per il decoro e il vantaggio che risulterebbero alla nostra Milano”.

Alda Merini
Fausto Melotti