Eugenio Montale

Genova 1986-Milano 1981. Poeta, giornalista, critico musicale e scrittore italiano, Premio Nobel per la Letteratura nel 1975. A seguito dell’affermazione del fascismo ne prese subito le distanze sottoscrivendo nel 1925 il Manifesto degli intellettuali antifascisti di Benedetto Croce. Visse a Firenze, in periodo di incertezze economiche e complicati rapporti sentimentali; leggendo Dante, Svevo e i classici americani. Nel 1948 si trasferisce a Milano e pubblica Le occasioni e le prime liriche di quelle che formeranno La bufera e altro (che uscirà nel ‘56). Prova subito dopo la guerra ad iscriversi al Partito d’Azione, ma ne esce poco dopo. Trascorre l’ultima parte della sua vita (dal 1948) a Milano. Collaboratore stabile del Corriere della sera e critico musicale del Corriere d’Informazione.

Indro Montanelli
Ernesto Teodoro Moneta