Emilio De Marchi

Milano 1851-Milano 1901. Scrittore, traduttore e docente di Stilistica all’Università di Milano. Culturalmente manzoniano (la morale della rassegnazione e dell’onestà), aderì con moderazione alla Scapigliatura. Autore di romanzi pubblicati sulla stampa, inventore del genere noir (Il cappello del prete, 1888), predilige ambientazioni milanesi (Demetrio Pianelli, 1889). Ai “vinti” di Verga contrappone umanità dolente ma trattata con leggero umorismo. Scritti politici di natura conservatrice (Le forze conservatrici) e a sfondo pedagogico (Età preziosa, sui valori religiosi e familiari).

Victor De Sabata
Dario Del Corno