FOLLOW US:

Personalità

Milano 1938-Milano 2006. Storico di formazione cattolica-liberale, ordinario di Storia contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia della Statale di Milano, con rilevanti studi su la politica estera fascista, i cattolici tra fascismo e democrazia, liberali e moderati dopo l’Unità, cattolici e modernizzazione, Milano e la Lombardia nelle relazioni internazionali (“con la schietta convinzione dell’italianità come ragione storica e scelta etico-politica”, come ha ricordato Giuseppe Galasso). Collaboratore di grandi testate (Corriere della Sera, Sole-24 ore, Avvenire), tra il 2003 e il 2005 consigliere di amministrazione della RAI.

Milano 1938-Milano 2006. Storico di formazione cattolica-liberale, ordinario di Storia contemporanea alla Facoltà di Lettere e Filosofia della Statale di Milano, con rilevanti studi su la politica estera fascista, i cattolici tra fascismo e democrazia, liberali e moderati dopo l’Unità,

Borzonasca (Genova) 1864-Milano 1936. Docente di Patologia a Pavia, poi ordinario di Clinica delle malattie professionali a Milano, fondatore nel 1910 della Clinica del Lavoro di Milano, primo istituto al mondo in questo settore (oggi Dipartimento di medicina del lavoro)..

Milano 1967-Azzano (Como) 1922. Imprenditore e fondatore dell’omonima impresa metalmeccanica (motori elettrici, trasformatori, elettropompe) con stabilimento a Sesto San Giovanni. Fece esperienze internazionali e promosse brevetti industriali nel campo elettromeccanico. Assertore della specializzazione industriale e dell’organizzazione del lavoro creò una

Milano 1926-Segrate 1972. Fondatore dell’editrice Feltrinelli e organizzatore (primi anni ’70) di formazioni di lotta armata negli anni di piombo, nel cui quadro morì tragicamente. Partecipa alla Resistenza nel ’44, aderisce al PCI (finanziandolo). Costituisce a Milano la Biblioteca Feltrinelli

Vasto 1895–Roma 1973. Direttore generale e poi Amministratore delegato della Banca Commerciale Italiana. Studioso, docente, mecenate culturale. Sepolto all’Abbazia di Chiaravalle (da lui restaurata).

Milano 1775–Milano 1821. Il maggior poeta dialettale milanese. Manzoni compose per lui versi in milanese. Stendhal gli fu amico. Opere più significative: Desgrazzi de Giovannin Bongee (1812); Prineide (1815), in forma anonima, contro i politici corrotti; La Ninetta del Verzee

Milano 1931–Milano 2009. Poetessa e scrittrice, una complessa opera poetica (consacrata con il Premio Librex-Gugghenheim “Eugenio Montale”) che si accompagna ad una altrettanto complessa esistenza quasi interamente condotta a Milano. Grandi letterati italiani le sono stati amici, da Giorgio Manganelli

Genova 1917-Milano 2009. Traduttrice, scrittrice e giornalista. Studia a Torino. Ebbe come supplente di italiano Cesare Pavese (che l’avvicinò alla letteratura americana) e come compagno di ginnasio Primo Levi (con cui condivise la sorte della non-ammissione alla maturità, per temi

Parma 1867–New York 1957. Tra i maggiori direttori d’orchestra al mondo, autorevole interprete di Verdi e Wagner. Iniziò la collaborazione alla Scala nel 1898, in esilio per antifascismo tornò a dirigere a Milano nel 1945 dopo la Liberazione. E’ sepolto

Porto Maurizio (Imperia) 1903–Bergamo 1979. Ingegnere chimico, dopo avere insegnato per due anni a Pavia, a Roma e a Torino, diresse l’Istituto di chimica industriale al Politecnico di Milano, studiando i polimeri a struttura cristallina (fondamentali per le applicazioni della

You don't have permission to register