FOLLOW US:

Personalità

Milano 1909-Milano 1986. politico e intellettuale italiano. La diocesi di Milano lo ha riconosciuto Servo di Dio. Nel 2013 il Papa ha promulgato il decreto che riconosce le sue virtù eroiche. Lazzati è stato dichiarato Venerabile. Laureato in Lettere classiche alla Cattolica, presiede la Gioventù italiana di Azione Cattolica dal ‘34 al ‘45. Dal ‘39 è incaricato di Letteratura cristiana alla Cattolica. Negli alpini in guerra, dal ’46 è nella direzione nazionale della DC, eletto alla Costituente e poi alla Camera. Torna a Milano dove Montini gli affida la direzione del quotidiano L’Italia. Rettore dell’Università Cattolica dal 1975 al 1983.

Milano 1909-Milano 1986. politico e intellettuale italiano. La diocesi di Milano lo ha riconosciuto Servo di Dio. Nel 2013 il Papa ha promulgato il decreto che riconosce le sue virtù eroiche. Lazzati è stato dichiarato Venerabile. Laureato in Lettere classiche

Rosario (Argentina) 1899-Cornabbio (Varese) 1968. Figlio di italiani in Argentina, lavora con il padre scultore ed è seguace di Adolfo Wildt. Nel 1949 infrangendo la tela con tagli supera la dicotomia pittura-scultura. Fonda il movimento spazialista, provocando il pubblico con

Milano 1941-Milano 2005. Navigatore, esploratore, scrittore e conduttore televisivo. Nel 1978 alle Falkland la sua imbarcazione viene colpita da orche e affonda. Con lui il giornalista Mauro Mancini. Si salvano con una zattera autogonfiabile. Soccorsi dopo 74 giorni da un

Gallarate (Varese) 1855-Biumo Superiore (Varese) 1919. Figlio di facoltoso industriale tessile. Scuola ufficiali a Genova poi in Europa per studiare industrie tessili, aziende agricole e organizzazione sanitaria. Politicamente liberale, in Consiglio comunale a Milano dal 1881, membro di associazioni, consorzi

Bagnocavallo 1905-Milano 1957. Disegnatore, giornalista, pittore, editore. Inizia a Bologna, in ambienti fascisti (Arpinati, Balbo, Grandi) ma anche intellettuali. Nel 1926 fonda il settimanale L’italiano e avvia una casa editrice. Opera nel quadro della “fronda satirica” al regime, di cui

Rovereto 1901-Milano 1986. Scultore e pittore, liceo a Firenze e laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria elettronica. Studiò musica e scultura (a Torino e a Brera a Milano sotto la guida di Wildt). Insegnò alla Regia Scuola d’arte di

1880 – Milano 1939. Imprenditore, senatore del Regno (con appartenenza al fascismo). Fondatore e presidente de La Rinascente, fondatore delle Officine Borletti, presidente della Mondadori, presidente della Snia Viscosa.

Savigliano 1835-Milano 1910. Astronomo e storico della scienza, noto per gli studi su Marte, accademico dei Lincei, senatore del Regno d'Italia, fece molteplici scoperte scientifiche (asteroidi, crateri e canali con il suo nome sulla Luna e su Marte). Pubblicazioni principali

Velate 1925-Portofino 2007. Per 50 anni nella società Pirelli (gomma, pneumatici e cavi), nipote del fondatore Giovanni Battista Pirelli. Laureato in ingegneria meccanica nel 1950 resta fino al 1996 alla guida dell’azienda. Tra i rinnovatori di Confindustria negli anni ’70.

Milano 1912 – Pollença (Spagna) 2000. Di famiglia paterna sarda e socialista, in amicizia con Carlo Carrà, avvicinatosi al futurismo milanese, partecipa alla Biennale di Venezia nel 1928 per invito di Marinetti. Amico di Bruno Munari e Giacomo Manzù, vasta

You don't have permission to register